MC LU PT PO FI PI LI GR SI AR

APE, Attestato di prestazione energetica

L’Attestato di prestazione energetica (APE) è un documento obbligatorio che indica l’efficienza energetica di un’unità immobiliare, viene redatto da tecnici abilitati ed ha validità 10 anni.

A cosa serve l’APE

L’APE permette di confrontare gli appartamenti dal punto di vista energetico, al fine di valorizzare quelli che hanno migliori caratteristiche di efficienza e risparmio. In sintonia con le direttive europee, per costruire o ristrutturare è necessario avere un approccio “sostenibile”, seguendo i principi che considerano fondamentale il risparmio energetico e la qualità dell’abitare. L’APE tutela ed informa sui consumi energetici chi acquista o affitta un immobile.

Obblighi e sanzioni

L’obbligo di dotare gli immobili di questo attestato è vigente dal 2009 per le compravendite e dal 2010 per le locazioni. La legge che regola queste disposizione è la 192/05. Le sanzioni per gli inadempienti sono severe.

  1. In caso di violazione dell’obbligo di dotare di un attestato di prestazione energetica gli edifici di nuova costruzione e quelli sottoposti a ristrutturazioni importanti, il costruttore o il proprietario è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 3.000 euro e non superiore a 18.000 euro.
  2. In caso di violazione dell’obbligo di dotare di un attestato di prestazione energetica gli edifici o le unità immobiliari nel caso di vendita, il proprietario è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 3.000 euro e non superiore a 18.000 euro.
  3. In caso di violazione dell’obbligo di dotare di un attestato di prestazione energetica gli edifici o le unità immobiliari nel caso di nuovo contratto di locazione, il proprietario è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 300 euro e non superiore a 1.800 euro.
  4. In caso di violazione dell’obbligo di riportare i parametri energetici nell’annuncio di offerta di vendita o locazione, il responsabile dell’annuncio è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 500 euro e non superiore a 3.000 euro.

Fonti normative

  • Normativa Europea
  • Direttiva 91-2002 CE
  • Direttiva 28-2009 CE
  • Direttiva 31-2010 CE EPBD Energy Performance Building Directive
  • Normativa Italiana
  • D.Lgs 192 del 19/08/2005 – Legge fondamentale sulla Certificazione Energetica
  • DM 26/06/2009 – Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici
  • DLgs 192/2005 – Conclude il periodo transitorio
  • Legge 10/91 Norme in materia di uso razionale dell’energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia – Prima legge italiana che si occupa di risparmio energetico e tenta di razionalizzare il problema dei consumi e delle fonti rinnovabili di energia.
  • DPR 74/2013 – Per accertarsi della validità dell’APE (10 anni se sono rispettate le norme sul risparmio energetico)
  • DLgs 26/06/2015 – Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.