Banche, meno sofferenze, più mutui e tassi al minimo storico

di Massimo Gabelli

Banche, meno sofferenze, più mutui e tassi al minimo storico

In questo momento le banche erogano più facilmente mutui rispetto al passato?

Le banche negli ultimi anni hanno accumulato sofferenze (crediti che non riescono a riscuotere e rimangono incagliati nei bilanci) questa condizione ha costretto  le banche ad erogare meno finanziamenti possibili , ora queste sofferenze stanno calando portando di nuovo le banche ad una condizione tale da poter concedere più finanziamenti rispetto al passato.

Grazie a questa ripresa sono aumentati mutui e prestiti alla clientela, i prestiti per 54 miliardi di euro  rispetto alla raccolta, con  un tasso di crescita annuo del 1.1% ; i mutui invece registrano una variazione del 2,5% rispetto a luglio 2016 tutto questo è indice di una ripresa delle banche reale che porta rispetto al passato  beneficio a tutti coloro che hanno bisogno di un finanziamento.

Con gli attuali tassi d’interesse è conveniente prendere un mutuo?

Stiamo assistendo ad una vera e propria concorrenza per l’erogazione di finanziamenti con dei tassi di interesse talmente infimi che non ci sono mai stati prima.

Per fare un esempio:

I tassi d’interesse applicati alla clientela ad agosto 2017, si collocano su livelli molto bassi: il tasso medio sul totale dei prestiti al (2,76%), al (2,78%) il mese precedente e al (6,18%) prima della crisi, a fine 2007.  Mentre per le nuove operazioni per acquisto di abitazioni il tasso medio si aggira al (2,16%), (2,07%) a luglio 2017, (5,72%) a fine 2007).

Quindi, ad oggi, richiedere un finanziamento non solo è molto più semplice rispetto al passato ma come possiamo vedere dai tassi d’interesse applicati è anche molto più conveniente.